TERAPIA DEL DOLORE PIACENZA

Di cosa si tratta

L’algologia, o terapia antalgica, detta anche terapia del dolore o medicina del dolore, consiste nell’approccio terapeutico e scientifico al trattamento del dolore.

Il dolore rende spesso il soggetto inabile sia da un punto di vista fisico sia emotivo. Il dolore acuto relativo a un trauma fisico è spesso reversibile naturalmente. Il dolore cronico, invece, generalmente è causato da condizioni solitamente difficili da trattare.

Il medico che si occupa di terapia del dolore è storicamente l’anestesista. Il contributo specifico di questa figura medica è costituito da qualcosa in più della semplice terapia: il suo obiettivo è la modulazione della trasmissione del dolore nel sistema nervoso mediante somministrazione di anestetici (blocchi nervosi) o altri strumenti di interazione col tessuto nervoso, il più delle volte correnti elettriche (radiofrequenza, TENS o trasmissione lungo nervi periferici).

L’algologia viene abitualmente applicata in vari contesti, sia ad alta priorità, tra cui spiccano oncologia (contro neoplasie), postchirurgia (per alleviare gli effetti dell’operazione), traumatologia, neurologia (in particolare contro cefalee e nevralgie), sia a contesti con minor gravità, ma altrettanto invalidanti, come ortopedia e reumatologia, oppure odontoiatria.

 

 Quali funzionalità

La funzione del dolore è direttamente legata alla necessità di segnalare la presenza di una lesione o un’alterazione in atto nell’organismo. Nella maggior parte dei casi rappresenta, quindi, “il campanello d’allarme” di un danno che l’organismo sta per subire e consente di attuare dei meccanismi fisiologici di difesa. Ma quando il dolore continua nel tempo, pur essendo guarita la malattia iniziale, esaurisce la sua funzione di sintomo iniziale utile diventando esso stesso una vera e propria malattia.

Numerose sono le patologie che possono essere causa scatenante iniziale di un dolore cronico, che se non viene trattato tempestivamente può provocare nel paziente anche ansia e depressione, condizionando la sua qualità di vita.

Le patologie di competenza sono:

  • il dolore neoplastico;
  • il dolore neuropatico;
  • il dolore cronico muscolo-scheletrico;
  • il dolore ischemico;
  • le cefalee.

 

 Rivolgiti ad una specialista

Spesso può essere fondamentale l’intervento di una specialista, di una vera e propria psicologa dunque, che segua il paziente e gli dia il sostegno necessario.

Da tempo ormai la Dott.ssa Solari è specializzata nella terapia del dolore Piacenza. Esercita negli studi di Parma e Piacenza utilizzando un modello di psicologia della salute di comprovata efficacia, utilizzato nelle strutture ospedaliere (Azienda Ospedaliera di Lodi; Azienda Ospedaliera di Reggio Emilia) in cui opera come consulente.

Solitamente il primo colloquio ha l’obiettivo di definire il livello di compromissione psichica secondaria alla malattia organica. Dopo un primo periodo di più stretta presa in carico (3\ 4 settimane) è verosimile aspettarsi che gli incontri avranno cadenza mensile.

Successivamente si valuterà individualmente con il malato la frequenza degli incontri, a seconda della valutazione dello stato del paziente fatta dalla dottoressa stessa.