PSICONCOLOGIA PIACENZA

Cos’è e come nasce la psiconcologia

La psiconcologia è la disciplina che, sviluppatasi intorno al 1950 negli Stati Uniti, è progressivamente cresciuta negli ultimi quarant’anni in tutto il mondo per occuparsi in maniera specifica delle conseguenze psicologiche causate da un tumore.

Poiché ammalarsi di cancro è un avvenimento traumatico che investe tutte le dimensioni della persona (la sfera psicologica, i valori individuali e spirituali, i rapporti interpersonali e sociali), e non solo quella fisica, comprendere a fondo quanto la persona vive e quale è l’impatto della malattia e delle conseguenti terapie sull’esistenza è un punto fondamentale per fornire ai pazienti la necessaria assistenza.

Se l’ansia, la paura, la preoccupazione, la demoralizzazione, la rabbia sono normali risposte alla malattia, quando queste diventano più intense, più continue e perseveranti, è importante chiedere aiuto psicologico specialistico senza vergogne di vulnerabilità o timore di essere “anormali o malati di mente”, al fine di prevenire ripercussioni di tipo depressive.

 

Scopi della psiconcologia e la sua importanza

Questo punto fondamentale – la valutazione della risposta emozionale delle persone ammalate e dei loro familiari – è assunto dalla psiconcologia come un dovere della medicina, poiché il “dolore” psicologico, al pari del dolore fisico, è in tutto e per tutto un parametro vitale da monitorare regolarmente durante il percorso di malattia e per un certo periodo di tempo a seguire.

La psiconcologia è dunque necessaria per garantire alla persona ammalata di tumore e ai suoi familiari una migliore qualità di vita e un’assistenza ottimale.

Infatti il percorso non si rivolge solo al malato, ma anche alla famiglia attraverso una consulenza al fine di poter ottenere una corretta comunicazione ed un adeguato supporto che consenta un’ottimizzazione della gestione del malato nelle varie fasi diagnostiche e terapeutiche.

Lo scopo è inoltre quello di favorire l’adattamento delle famiglie sia durante la malattia del proprio congiunto, sia nella fase successiva ad un’eventuale perdita (elaborazione del lutto).

 

Rivolgiti ad una specialista

Spesso può essere fondamentale l’intervento di uno specialista che segua il paziente e gli dia l’aiuto necessario durante e dopo la malattia.

La Dott.ssa Solari è specializzata nella psiconcologia Piacenza. Lavora negli studi di Parma e Piacenza utilizzando un modello di psicologia della salute di comprovata efficacia, utilizzato nelle strutture ospedaliere (Azienda Ospedaliera di Lodi; Azienda Ospedaliera di Reggio Emilia) in cui opera in qualità di consulente.

Solitamente il primo colloquio ha l’obiettivo di definire la situazione psichica secondaria alla malattia organica. Dopo un primo periodo di più stretta presa in carico (3\ 4 settimane) è usuale che gli incontri avranno periodicità mensile.

Successivamente si valuterà individualmente con il malato la frequenza delle sedute, a seconda della valutazione dello stato del paziente fatta dalla dottoressa.