Quando è opportuno andare dallo psicologo?

Quando è opportuno andare dallo psicologo?

Alcune persone decidono di andare dallo psicologo o da uno psicoterapeuta perché si sentono troppo spesso o da troppo tempo depresse o ansiose o perché sono sempre arrabbiate. Altre hanno bisogno di un sostegno per affrontare una malattia cronica che li ha ormai svuotati d’energia. Altre ancora sono in difficoltà a causa di una separazione, un divorzio o un lutto. O non possono fare a meno di picchiare chi amano o, diversamente, non riescono ad allontanarsi da chi le maltratta e le umilia giorno dopo giorno. O ancora hanno tanta di quella paura, imbarazzo e vergogna di essere criticate dagli altri o di non essere all’altezza delle situazioni che sono chiamate ad affrontare. È bene valutare una consulenza con lo psicoterapeuta quando:

  • Il vostro malessere interferisce con le cose che dovreste fare, ad esempio fate fatica a concentrarvi e sul lavoro commettete errori che prima non facevate;
  • I problemi non si sono risolti anche se avete chiesto aiuto a familiari e amici;
  • Consultare il medico o altri specialisti non ha cambiato nulla;
  • Vi sentite particolarmente preoccupati o molto tristi;
  • Avete dei comportamenti, delle reazioni o dei pensieri che non riuscite a controllare e che neanche voi vi spiegate;
  • Evitate situazioni che prima non vi creavano alcun disagio, ad esempio prendere un aereo o cenare fuori casa;
  • Vi sentite tesi e avete spesso difficoltà a dormire, tachicardia e capogiri;
  • Per stare meglio ricorrete all’alcool o ad altre droghe;